Archivio per la categoria ‘Articoli’

playaPiove e la Playa si allaga. E fin qui nulla di nuovo.
Un problema che pare non trovare soluzione, nonostante negli anni siano stati effettuati diversi lavori. (altro…)

fondaliA Licata si cerca nei fondali.
Lo specchio d’acqua della cittadina siciliana potrebbe infatti regalare diversi “tesori”, lo dice la storia. (altro…)

“Verrà un giorno in cui, nel mondo, non ci sarà più nulla da scoprire, sotterrandone i reperti archeologici, Licata sarà l’unica città ad avere qualcosa da portare alla luce”.
Una mossa in controtendenza che può portare turismo alla città. (altro…)

playa2Sarà la Playa ad ospitare il prossimo Gran Premio di Moto d’Acqua.
L’evento è stato pensato all’indomani del grave gesto compiuto da un imbecille che scorazzava tra i bagnanti.

Evento che inizialmente si doveva svolgere sul fiume Salso ma l’inquinamento delle acque avrebbe potuto avere ripercussioni sulla salute degli atleti. Pericoli trovati anche negli allacci di tubi abusivi messi da chi si fotte l’acqua.

La Playa è la location ideale, tanto se piove è sicuro che si allaga.

christoAnche a Licata sarà costruita la famosa passerella che l’artista Christo ha realizzato sul lago d’Iseo.

Nel caso della città del Salso l’opera sarà dislocata in più punti, diverse sono infatti le zone interessate.
Iniziativa che, oltre ad avere possibili ripercussioni positive sul turismo, potrebbe forse risolvere il problema degli allagamenti che spesso si verificano in città quando piove.

Favorevole il ministro Alfano che però avrebbe preferito un ponte.
Timori sono stati espressi da alcuni cittadini: “La passerella potrebbe essere scambiata per un marciapiede, per i licatesi diventerebbe dunque un posteggio e i pedoni avrebbero difficoltà nel transitare”.

Anche a Licata si celebrerà la notte europea dei musei, la giornata istituita per valorizzare i beni culturali.
Per l’occasione, il museo archeologico di Licata continuerà a restare chiuso, come ormai avviene da 7 anni. (altro…)

Fermiamo il mare, così salveremo le case

Pubblicato: maggio 15, 2016 in Articoli

150 metri di cemento sul mare e salveremo le case

Alla fine la colpa è del mare.
Si, perché il mare non sta fermo, le case invece si. (altro…)