Bellimbusto Film – I Cento passi

Pubblicato: marzo 20, 2012 in Rubriche

Bellimbusto – Rubriche

Sarà la vicinanza ai luoghi in cui il film è stato girato, o forse la figura di Peppino Impastato che sin dal primo istante mi ha stregato, ma le emozioni che mi trasmette questo film sono straordinarie, sento i brividi anche adesso che ne sto parlando.

I cento passi non avrà effetti speciali galattici, nè un cast hollywoodiano, è la semplicità della storia, reale, a renderlo grandioso. Come tutti dovrebbero sapere, (perchè questo film dovrebbe essere un manifesto dell‘anti-mafia proiettato e discusso in ogni angolo di Sicilia) le vicende del film sono ambientate a Cinisi, pochi chilometri da Palermo, negli anni ’60-’70 e vede protagonista un giovane ragazzo, la cui famiglia è strettamente legata alla malavita locale, a cui lui però si ribella, diventando un’icona della lotta alla criminalità.

Peppino, nel corso della sua vita, ha intrapreso innumerevoli battaglie contro la mafia, contro gli intrecci tra mafia e politica, denunciandone pubblicamente legami ed interpreti, impegnandosi in prima persona in lotte per la legalità; prima un giornale “L’idea socialista“, e la famosa “Radio-Aut” dopo, sono i canali con cui Peppino Impastato diffonde le sue opinioni.

Il film prende il titolo dalla distanza che separa l’abitazione di Peppino Impastato da colui che, solo nel 2001, è stato condannato come mandante del suo omicidio, Gaetano Badalmenti; fino ad allora Peppino Impastato, ucciso il 9 Maggio 1978, era stato considerato un terrorista che era saltato in aria durante la preparazione di un attentato, ma grazie alle rivelazioni di alcuni pentiti, e sopratutto, grazie alla tenacia della madre, la signora Felicia, nel 1997 il caso è stato riaperto come “delitto di mafia”.

Ogni anno, il 9 Maggio, a Cinisi si tiene un corteo in ricordo di Peppino che dalla sede di Radio-Aut (Terrasini) arriva a quella che è stata la sua casa, oggi “Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato“. Pubblico qualche foto delle scorse manifestazioni.

Annunci
commenti
  1. vale vale ha detto:

    Peppino è vivo e lotta insieme a noi

  2. vale ha detto:

    e noi quest’anno ci saremo!!!

  3. […] film di Marco Tullio Giordana “I cento passi“, di cui ho già parlato su questo blog (leggi l’articolo) ma fino a quel momento, assurdo ma vero, Peppino veniva considerato un terrorista che si era fatto […]

  4. […] Sono 34 gli anni trascorsi da quella tragica notte in cui Peppino Impastato venne trucidato dai “picciotti di don Tano“, padrone di Cinisi a cui Peppino si era ribellato; oggi però, voglio parlare del grande corteo che ogni anno si tiene tra Terrasini e Cinisi, ovvero il clou delle giornate dedicate alla memoria di Peppino, della sua figura ho già parlato in altri articoli, anche se non smetterei mai di parlarne… (la figura di Peppino Impastato e il film I cento passi) […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...